DARK AGES -in apertura BLACK MAMA- Ingresso libero: Evento RockProg il 20 Dicembre 2013

DARK AGES -in apertura BLACK MAMA- Ingresso libero

Evento RockProg

BREVE BIOGRAFIA:
I Dark Ages sono stati fondati nel 1982 da Simone Calciolari unico membro rimasto della formazione
originale. Trascorso qualche anno di apprendistato, la band ha inciso il primo album, "Saturnalia", nel 1991.
Dopo un periodo di inattività, nel 1996 il gruppo si è ricostituito con una nuova formazione ed ha svolto
un'intensa attività live negli anni successivi. L'avvicendamento di alcuni musicisti ha ostacolato la produzione
di nuovo materiale originale, finché nel 2008 il consolidamento di un assetto stabile ha permesso di
concepire e di mettere a punto la prima parte di un album concept intitolato "Teumman" che è stato
pubblicato nel maggio 2011. Il disco ha avuto un grande riscontro soprattutto sugli amanti del progressive ed
è stato accolto positivamente sia dai fans dell’epoca che seguivano da anni il gruppo sia acquisendo un
nuovo seguito di pubblico. All’inizio del 2012 sono già al lavoro per ultimare la seconda parte del concept per
mettere nero su bianco l’epilogo della vicenda del principe Teumman. A gennaio 2013 entrano in sala di
registrazione e dopo circa sei mesi si concludono i lavori. “Teumman part 2” sarà pubblicata in autunno 2013
per la Heart Of Steel di Vicenza la cui diffusione sia in Italia che all’estero è a cura di Mirko Defox Galliazzo
che aveva pubblicato anche la prima parte nel 2011 e si era occupato della sua promozione.
TEUMMAN L’OPERA ROCK:
Teumman è un album concept che prende spunto dalla grande tradizione dell’opera rock ma che la cala in
un contesto di un lontanissimo passato più precisamente in Mesopotamia dove nacquero le prime civiltà,
infatti tutti i nomi dei personaggi appartengono alla cultura assira antica.
Questa idea, cioè di “raccontare” una vicenda attraverso la musica, strada intrapresa da moltissimi artisti in
passato e nel presente soprattutto in ambito progressive, è nata dal cantante dei Dark Ages Davide Cagnata
che ha proposto alla band, in procinto di mettersi al lavoro con nuovi brani originali, di mettere in musica una
storia che lui aveva scritto; il gruppo si mostra subito entusiasta e si immerge totalmente nelle vicende del
protagonista Teumman, principe elamita caduto in battaglia, che scende nel regno dei morti e fa un patto
con il Signore dell’Oscurità…
Il tòpos del patto con il diavolo è molto ricorrente sia nella letteratura che nella arti in genere e la prima parte
del concept in realtà si apre su questo tema ma, man mano che la vicenda procede nella seconda parte,
attraverso le gesta del protagonista, questo tema lascia il posto ad altri significati e ad altre riflessioni che
riguardano soprattutto “ l’uomo” in quanto essere umano ( “Teumman” = “The Human" ) nella sua eterna
lotta tra il bene e il male e nella sua ossessione dell’essere mortale. Il vero messaggio che i Dark Ages
vogliono trasmettere verrà svelato con l’epilogo della vicenda nell’ultimo brano della “part two” “ Moral” che la
band non vuole anticipare fino alla pubblicazione del disco.
Ciò che maggiormente differenzia questo complesso lavoro dai concept definiti “tematici”, cioè dischi in cui
viene scelto un tema conduttore che unisce tutti i brani ma non vi è azione e spesso i personaggi sono
indefiniti, è il fatto che le Dramatis personae in questo caso sono fortemente caratterizzate le possiamo
sentir soffrire, gioire, sanguinare e gli ambienti in cui si svolge l’azione sono di grande suggestione
scenografica: elementi melodrammatici (canto o musica + azione scenica) tipici della tradizione
ottocentesca.
A parte nel primo brano della “part one” , “Battlefield”, in cui compare un narratore che guida l’ascoltatore in
quell’epoca lontana dove ha inizio la vicenda, i testi sono dialoghi tra i personaggi che vivono e agiscono
all’interno di essa.
La musica è nata con i personaggi, i personaggi agiscono con la musica, le scene prendono forma nota
dopo nota…ed è così che nasce Teumman come una vera e propria “colonna sonora” della storia narrata
dalle voci di chi la sta vivendo.
Il sound dei Dark Ages ha una fondamentale matrice rock progressive che si fonde con la musica classica e
con le numerose orchestrazioni (talvolta anche strumentali) che accompagnano il pubblico e lo fanno
immergere nel tempo lontano dove si svolge la storia.
LINE UP:
Simone Calciolari Chitarra
Davide Cagnata Voce
Massimiliano Missi Perboni Basso
Carlo Bam Bam Busato Batteria
Angela Busato Tastiere