ERIC TAYLOR Apre il duo PERLINI-CAROZZI: Evento Folk il 19 Ottobre 2011

ERIC TAYLOR Apre il duo PERLINI-CAROZZI

Evento Folk

Poeta, storyteller, maestro della chitarra acustica: Eric Taylor è uno degli ultimi rappresentanti della grande scena dei songwriter texani (sebbene originario della Georgia) usciti dalla movimentata scena di Houston negli anni '70. La sua carriera incomincia negli stessi club, sugli stessi palchi frequentati da personaggi quali Townes Van Zandt, Mickey Newbury, Guy Clark e quella Nanci Griffith (che lo definirà poeta della luna) con la quale Taylor intraprende una prima importante relazione non solo artistica: una partnership che vede Taylor impegnato come bassista nei primi album della cantautrice, tra i quali il celebre Poet in my window. Taylor arriva però alla pubblicazione del suo primo album Shameless love, solo nel 1981. Un album ancora oggi considerato tra i capolavori del periodo, con alcuni gioielli comeJoseph Cross e Only lovers. Un'opera che sancisce la nascita di uno stile nuovo, che tanta influenza avrà sulla successiva generazione di cantastorie texani, Lyle Lovett tra questi.

Segue un lungo periodo di oblio discografico, che durerà 14 anni. Finalmente nel 1995 esce il secondo album, l'omonimo Eric Taylor che lo ripropone prepotentemente all'attenzione generale, con la stessa intatta magia dell'opera prima, e ne riafferma il grande talento. La seconda vita è ormai avviata. Seguono gli ottimi Resurrected (1998) e Scuffletown (2001), nei quali Eric si conferma maestro assoluto nell'unire poesia beat, storie di strada e umori folk-blues. Lyle Lovett gli tributa il dovuto omaggio in Step inside this house, il suo doppio CD del 1998, dove inserisce la sua Memphis morning, Memphis midnight.