Strict Standards: Non-static method Debugger::invoke() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /var/www/vhosts/clubilgiardino.org/httpdocs/cake/libs/debugger.php on line 567

Strict Standards: Non-static method Debugger::getInstance() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /var/www/vhosts/clubilgiardino.org/httpdocs/cake/libs/debugger.php on line 567
VERONA PROG FEST: ALDO TAGLIAPIETRA BAND "A Montmartre tenendoci per mano": Evento musica progressiva - Club Il Giardino, Lugagnano di Sona (Verona)

VERONA PROG FEST: ALDO TAGLIAPIETRA BAND "A Montmartre tenendoci per mano": Evento musica progressiva il 27 Maggio 2017

VERONA PROG FEST: ALDO TAGLIAPIETRA BAND "A Montmartre tenendoci per mano"

Evento musica progressiva

Aldo Tagliapietra nasce a Murano (Comune di Venezia), figlio di un maestro vetraio. A venti anni, nel 1965 acquisisce la licenza in teoria e solfeggio al conservatorio Cesare Pollini di Padova. Inizia l'attività artistica vera e propria nel 1966 formando il gruppo Le Orme. Questi ultimi, inizialmente protesi verso il Beat, si indirizzeranno agli inizi dei '70 verso il Rock progressivo, fornendo un contributo rilevante al genere, non solo a livello nazionale, ma addirittura mondiale (il loro concept Felona e Sorona è inserito, al posto 68, tra i primi 100 album di rock progressivo di sempre nella classifica stesa dal sito www.progarchives.com)[1].
La voce in falsetto dell'artista darà al gruppo uno dei suoi maggiori elementi di continuità e di riconoscimento.
Risale al 1984 il suo primo disco solista, intitolato ...nella notte, inciso durante una pausa del gruppo che da alcuni fan è di fatto equiparata ad un primo scioglimento del gruppo.
La seconda fatica discografica, Radio Londra, è del 1992 (anno che coincide con un altro momento delicato nella storia de Le Orme, giacché il gruppo, dal 1990 senza Tony Pagliuca, decide di continuare con due tastieristi).
Nel 1994 conosce Budhaditya Mukherjee e con il Pandit inizia a studiare il sitar, sua antica passione.
Nel maggio del 2008 pubblica "Il viaggio", cofanetto contenente un cd ed un libro, scritto da Tagliapietra in persona, in cui scopre totalmente se stesso, come uomo prima ancora che come musicista. Si avvale della presenza di Michele Bon (tastierista che aveva sostituito Pagliuca ne Le Orme).
Alla fine del 2009, al termine di un'importante tournée con Le Orme in Canada, Tagliapietra sospende la sua attività con il gruppo e con il suo partner storico Michi Dei Rossi (di risposta, gli altri componenti della band fanno sapere che continueranno senza di lui). Il tribunale di Venezia riconosce la ragione a Michi dei Rossi che, quindi, continua a gestire il nome Le Orme[2].

Attività solistica[modifica | modifica wikitesto]
Dopo la separazione da Le Orme Tagliapietra si dedica alla lavorazione di un doppio album che raccoglie i più importanti brani de Le Orme e della sua carriera solista, rivisti in chiave acustica (da cui il titolo Unplugged). Nel settembre del 2010 riallaccia i rapporti con Tony Pagliuca, ricostituendo il binomio storico rimasto nella storia del gruppo: con la partecipazione di Tolo Marton (che aveva fatto parte del gruppo nell'album Smogmagica), si presenta al Prog Exhibition, importante Festival svoltosi il 5-6 novembre a Roma per il quarantennale della musica progressiva in Italia[3]. Il successo di pubblico induce il trio a sviluppare l'iniziativa: dichiarano, pertanto, di voler proseguire la collaborazione e annunciano un tour di poche ma intense date, che riscuoterà grande successo di pubblico. Non potendo usare il nome storico del gruppo, i tre si presentano soltanto con i loro nomi: Tagliapietra Pagliuca Marton[4].
Terminata questa esperienza, l'artista si immerge nella lavorazione di un album solista dal titolo Nella pietra e nel vento che, pubblicato agli inizi del 2012, verrà supportato da una tournée in tutto il territorio nazionale con una band completata da Aligi Pasqualetto (Tastiere e Minimoog), Andrea De Nardi (Organo Hammond), Matteo Ballarin (Chitarre), Manuel Smaniotto (Batteria). Gli ultimi tre sono membri dei Former Life, band di progressive rock che apre spesso i suoi concerti. [5].
Dal settembre del 2012, l'artista intraprende una tournée in duo con Andrea Bassato, che fu pianista e violinista de Le Orme dal 1998 al 2007, proponendo brani storici del gruppo nonché alcuni tratti dalla propria carriera solista. Il 10 settembre 2013 esce L'angelo rinchiuso, una suite che nelle sonorità si inserisce nel filone rock progressivo, cosa che era avvenuta in tono minore nel disco precedente.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]
Il figlio Davide Tagliapietra, nato a Venezia il 20 marzo 1976, ha avuto un figlio dalla cantante Mietta ed è un turnista nell'ambiente pop italiano; è chitarrista di studio e in live di artisti di musica leggera come, oltre a Mietta, Syria, Loredana Errore, Giusy Ferreri, Elisa, Danilo Sacco, Eros Ramazzotti, Adriano Celentano, Biagio Antonacci, Finley, Max Pezzali, Tiziano Ferro e Gianna Nannini. Con questi ultimi due ha intrapreso diversi tour in più anni e ha scritto canzoni per Nina Zilli, Marco Mengoni e Alessandra Amoroso. Ha suonato (in collaborazione con altri musicisti come Christian Rigano, Pino Saracini e Andrea Fontana) anche nel brano "Buon Natale" scritto da Marco Mengoni, Roberto Casalino e Francesco De Benedittis e interpretato da Elisa Mutto e Fabio Cobelli.