Strict Standards: Non-static method Debugger::invoke() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /var/www/vhosts/clubilgiardino.org/httpdocs/cake/libs/debugger.php on line 567

Strict Standards: Non-static method Debugger::getInstance() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /var/www/vhosts/clubilgiardino.org/httpdocs/cake/libs/debugger.php on line 567
THE PRETTY THINGS + MOTHER ISLAND: Evento Rock - Club Il Giardino, Lugagnano di Sona (Verona)

THE PRETTY THINGS + MOTHER ISLAND: Evento Rock il 08 Dicembre 2017

THE PRETTY THINGS + MOTHER ISLAND

Evento Rock

Le origini del gruppo risiedono nei Little Boy Blue o Blue Boys, band composta da Dick Taylor, Keith Richards e Mick Jagger. Quando Brian Jones ne divenne il chitarrista, Taylor passò al basso e mutarono il nome in Rolling Stones. Alcuni mesi più tardi Taylor lasciò il gruppo e incontrò Phil May con cui formò i Pretty Things.[1] Taylor suonava la chitarra, mentre May era la voce principale e suonava l'armonica a bocca. I due ingaggiarono Brian Pendleton come secondo chitarrista, John Stax al basso e Pete Kitley alla batteria, in seguito rimpiazzato da Viv Broughton e da Viv Prince.

Il loro stile, un R&B grezzo e diretto contaminato con il beat e la nascente psichedelica, ha influenzato molte importanti band degli anni sessanta, tra cui gli stessi Rolling Stones.[1][2] David Bowie ha reinterpretato due loro canzoni nell'album Pin Ups.[3]

Tra i meriti del gruppo c'è anche quello di aver dato alle stampe nel 1968 quella che è comunemente ritenuta la prima opera rock in assoluto, S.F. Sorrow.[4]

MOTHER ISLAND (psych all stars band)
Arriva da Vicenza l'ultima folgorante rivelazione dello psych-rock italiano. Si chiama MOTHER ISLAND, superband che unisce membri di THE SECRET (Southern Lord Recordings, US),WHALES AND AURORA (Slowburn Records, RU - Red Sound Records, IT), OSLOW , CSCH (Ammonia Records, IT), GODLESS CRUSADE (Thirty Days of Night Records, UK) e VERTICAL (Dischi Sotterranei, IT). Guidati dalla potente e e caratteristica voce soul di Anita Formilan, i MOTHER ISLAND sono in tour per presentare il secondo acclamatissimo album, "wet moon" uscito per la Go Down Records e registrato in analogico all’Outside Inside Studio di Matt Bordin (SQUADRA OMEGA/THE MOJOMATICS) che ha colto al meglio il sound della band, che si muove con grande agilità tra vortici psych-rock, bordate garage, torride atmosfere soul-blues ed aperture melodiche dal sapore quasi pop, per un risultato finale elegante e sensuale, atmosferico e notturno, pieno di richiami e citazioni ed originale e fresco allo stesso tempo, chel vivo si trasforma in un vero e proprio viaggio emoziolane ed onirico.