Strict Standards: Non-static method Debugger::invoke() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /var/www/vhosts/clubilgiardino.org/httpdocs/cake/libs/debugger.php on line 567

Strict Standards: Non-static method Debugger::getInstance() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /var/www/vhosts/clubilgiardino.org/httpdocs/cake/libs/debugger.php on line 567
LEROY EMMANUEL BAND INTERNATIONAL SOUL BROTHER: Evento Soul Blues - Club Il Giardino, Lugagnano di Sona (Verona)

LEROY EMMANUEL BAND INTERNATIONAL SOUL BROTHER: Evento Soul Blues il 03 Novembre 2017

LEROY EMMANUEL BAND INTERNATIONAL SOUL BROTHER

Evento Soul Blues

LEROY EMMANUEL International Soul-Brother

Leroy Emmanuel, leggendario esponente della Motown music, arriva in Italia per la prima volta nel 2010 partecipando alla rassegna “Freedom Train” organizzata da Vincenzo Barattin. Da questo fortunato primo incontro i due danno vita al progetto LEROY EMMANUEL International Soul-Brother; è l’inizio di una serie di concerti nei principali locali e festival d’Italia.
Nel 2013, a coronare il progetto, in occasione di uno straordinario concerto presso “le Cantine de l’Arena” di Verona, la band incide “Live” il primo CD che Leroy registra a proprio nome in tutta la sua carriera.
I brani contenuti nell’album ripercorrono la storia delle collaborazioni di Leroy con splendide versioni di “My Girl” (The Temptations), “Brick House” (Commodores), “On Broadway” (The Drifters) per citarne alcune. Notevoli le versioni di “I Heard It Through The Grapevine” e “What’s Going On”, interpretazioni che beneficiano della grande esperienza derivata dalle innumerevoli performance in compagnia dell'amico e collega Marvin Gaye.
Il progetto LEROY EMMANUEL International Soul-Brother è formato da Leroy Emmanuel alla voce e chitarra, Gianpaolo Rinaldi al piano, Simone Serafini al basso e Vincenzo Barattin alla batteria.





LEROY EMMANUEL

Nato ad Atlanta e cresciuto a Detroit, Leroy Emmanuel imbraccia la chitarra a dodici anni, e inizia di lì a poco una carriera che lo condurrà negli anni attraverso i migliori studio musicali d’America, a lavorare spalla a spalla con la crema della black music mondiale, dagli anni 60 ad oggi.
L’umiltà, il carisma, l’energia che contraddistinguono Leroy Emmanuel, unite alla tecnica e al talento come musicista, lo portano infatti a suonare con quasi tutti i mostri sacri della musica funk, blues e soul: Marvin Gaye, Stevie Wonder, Edwin Star, Dionne Warwick, Gladys Knight, John Lee Hooker, T-Bone Walker, Al Green, sono solo alcuni nomi di una lista da capogiro, con apparizioni sia in studio che in Live mozzafiato.
La sua carriera professionale ha inizio nella seconda metà degli anni ’60, quando fonda i The Fabulous Counts, con cui suona fino al 1996.
A metà degli anni ’80 fonda la LMT Connection, cui partecipa come leader carismatico e chitarrista. Proprio con la LMT Connection viene notato da BB King, e la band viene scelta per aprire alcuni concerti del tour per l’80esimo compleanno del Re del Blues.
Nel 1996 partecipa all’album di debutto di Jay-Z, contribuendovi come autore in una delle canzoni.
Nel 2006 viene scelto per impersonare l’ amico Marvin Gaye nell’episodio a lui dedicato nella serie di documentari “The Final 24 Hours”.
Nel 2010, assieme a Vincenzo Barattin forma il progetto International Soul-Brother, con cui ripercorre i classici del Blues, del Soul e della Motown music.